resistenzainternazionale

Renzi e l’insostenibile leggerezza del nulla

In a sinistra on 27/10/2013 at 19:02

di Nicola Melloni

Ormai l’appuntamento della Leopolda è uno di quei riti della politica che si ripetono sempre uguali a se stessi. Tanta gente, tutti bravi, tutti belli, qualche intervento cult, qualche bella battuta, e soprattutto tanta fuffa. Cosa è venuto fuori a questo giro?  Un pò meno di nulla, che è peggio di niente. Ricorderemo un finanziere – e trovo assolutamente ininteressante che la sua società sia stata fondata alle Cayman – anche bravo nel suo lavoro, che accusa i pensionati con la pensione contributiva di essere dei ladri. Non si deve essere accorto di come è conciata la sua industria, di tutti i soldi che ha rubato, di come si sono arricchiti sulle spalle del mondo e di come han fatto pagare i loro conti in rosso a tutti, compresi i pensionati. Che pena.

Poi però è arrivato il grande momento di Renzi che ci ha regalato una delle sue perle di saggezza: la sinistra che non cambia non è interessante, è di destra. Il cambiamento è tutto, il contenuto è nulla. Deve averla imparata dalla pubblicità della sprite, la sete è tutto – infatti bersi una bibita zuccherata quando si ha sete è proprio una scelta pop, alla Renzi. Anche io penso che la sinistra, quantomeno quella buffa a cui appartiene Renzi, dovrebbe cambiare. Ma sarebbe anche il caso di spiegare come. Renzi parla di lavoro, è andato dalla Gruber a dire che vuole finanziare 20 miliardi di tagli al cuneo fiscale con provvedimenti una tantum, non sapendo che ci vogliono invece cambiamenti strutturali per modificare il livello di tassazione. Tipo la fiera del principiante. Su questo blog, appena qualche giorno fa, abbiamo proposto una manovra fiscale finanziabile toccando solo i più ricchi e privilegiati che potrebbe portare a regime, ed in maniera continuativa, la cifra che chiede Renzi. Si tratta di cose concrete, di cambiamenti, di qualcosa di sinistra. Tutte cose che sarebbe bello sentire da Renzi, o magari anche da altri nel PD….. Magari ripassiamo un’altra volta per le proposte, a sto giro ci accontentiamo delle belle facce…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: