resistenzainternazionale

Al voto, al voto – 6

In a sinistra on 09/02/2013 at 08:28

“Rivoluzione Civile sa a chi si rivolge e non vuole piacere a tutti.

Di conseguenza esclude i rischi di un narcisistico e pericoloso “ermabifrontismo”. I danni causati dalla natura anfibia del centrosinistra sono stati e sono tuttora più numerosi dei suoi vantaggi. E si concretizzano principalmente in un modello di società dove, da un lato i valori e le privatissime scelte dell’individuo devono passare al vaglio della Chiesa cattolica, dall’altro il mondo del lavoro è regolato dagli intervalli del precariato e viaggia ormai senza diritti. Chi politicamente favorisce questo modello scoraggia le possibilità di una cittadinanza attiva, libera e consapevole. Soprattutto, in una comunità dove non tutti, o tutti in maniera sperequatamente diversa, hanno voce in capitolo nei processi di trasformazione economica e sociale, si restringe lo spazio della democrazia.

I miei tre desiderata di elettrice:

Una reale libertà di pensiero sui temi etici, non negoziabile, come garanzia di tolleranza e rispetto del prossimo (ormai in Italia si gioca una partita di civiltà).

Una incentivata e migliorata istruzione pubblica, una formazione diffusa e permanente, che riduca gli svantaggi educativi determinati da circostanze personali, socio-economiche, geografiche e favorisca così una democratica crescita del Paese.

Alla base di tutto: la stabilità nel lavoro e la lotta al precariato. La stabilità lavorativa come occasione per favorire la professionalità, la specializzazione e l’esperienza. La continuità di retribuzione come garanzia di crescita e stabilità nei consumi, sostegno alla propria vita dal punto di vista materiale e culturale, incentivo alla progettualità e sostegno alla famiglia. Questo significa anche la sicurezza di poter offrire ai propri figli la possibilità di accedere a tutti quei beni, materiali e immateriali, che aumentano, in un circolo virtuoso, le possibilità di esercitare consapevolmente la propria cittadinanza attiva, grazie all’inclusione nel mondo delle relazioni umane, delle conoscenze e delle professioni.
Io voto Rivoluzione Civile.”

Francesca – Cagliari

Se ti è piaciuto questo post, clicca sul simbolo della moschina che trovi qui sotto per farlo conoscere alla rete grazie al portale Tze-tze, notizie dalla rete

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: