resistenzainternazionale

Basta prenderci per il culo

In Uncategorized on 18/11/2012 at 09:37

396598_10151189244544678_939347061_n


Le parole del questore di Roma e dei Carabinieri sono una offesa all’intelligenza degli Italiani. E dimostrano come sia impossibile, nell’Italia del 2012, fidarsi delle forze dell’ordine che pestano a sangue, bombardano i manifestanti, violano la legge e poi sviano le indagini per coprirsi le spalle.

I fatti sono noti, le immagini sono chiare. Come raccolto da Repubblica,  il 14 Novembre, durante lo sciopero europeo, un gruppo di manifestanti, in fuga e non certo organizzato a testuggine per attaccare la polizia, cioè un semplice gruppo di manifestanti che esercitavano un loro diritto democratico, è stato bombardato da lacrimogeni lanciati dall’ultimo piano del Ministero di Grazia e Giustizia.

Secondo questore e carabinieri questo bombardamento non è mai avvenuto. Il lacrimogeno che si vede (o meglio 3 dei 4 lacrimogeni che si vedono) saebbero il risultato di un candelotto lanciato da terra (da circa 150 metri di distanza) che si sarebbe infranto contro il ministero e poi rimbalzato in mezzo alla folla.

Davvero? Vediamo:

– Diamo prima per buona questa farsesca versione delle forze dell’ordine: perchè dei lacrimogeni vengono lanciati contro una folla non ostile, che sta arretrando, che è lontana dagli scontri (almeno 150 metri) e che non rappresenta nessun pericolo? Se così fosse, si tratterebbe comunque di una rappresaglia e ci aspetteremmo quindi indagini, licenziamento in tronco dei carabinieri/poliziotti che han sparato e del funzionario di pubblica sicurezza che era al comando dei carnefici. O no?
– Data l’altezza, il candelotto è stato sparato altissimo, quindi ha una gittata circa di un cannone, altro che 150 metri, ne faceva comodi 3/400. Che armi usa la polizia? Come per altro evidenziato dal video, perché si spara così lontano, non sapendo chi o cosa si colpisce? Ritornando al punto precedente, i lacrimogeni servono a disperdere la folla durante una carica, non a colpire punti lontani non meglio determinati. Se la follia di questa spiegazione fosse vera (ma non lo è) la situazione sarebbe forse ancora peggiore.
– Ma passiamo a vedere il video come è e non come ricostruito dai Carabinieri: non c’e’ nessuna scia del candelotto sparato, ma solo le scie di quando si rompe. Come mai?
– Come mai il candelotto si è rotto in 3 parti – un candelotto di metallo che è al massimo della sua gittata e quindi ormai senza forza? Candelotti che mai si rompono, come sa qls persona mai andata in piazza?
– Il Ministro Severino, il primo giorno, ha detto che era un candelotto a strappo, cioe’ in funzione prima di essere lanciato. Oggi invece e’ cambiato, è di quelli sparati col lancia granate. Come mai? boh
– C’e’ un quarto candelotto con una traiettoria che non ha nulla a che fare con quello degli altri 3. Per altro parte da piu in alto. e’ una sorta di candelotto magico tipo la pallottola di oswald?
– Pure i 3 frammenti in quesitone partono da punti diversi cadendo appunto con tempi diversi. Impossibie che siano tutti frammenti dello stesso candelotto
– In ultimo, la cosa piu semplice e’ guardare il video: i candelotti escono dalla finestra.




Se ti è piaciuto questo post, clicca sul simbolo della moschina che trovi qui sotto per farlo conoscere alla rete grazie al portale Tze-tze, notizie dalla rete

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: